TOP 5 MARCHI ETICA S DEI FORMATORI

Il basket è diventato da tempo il fulcro irrinunciabile di uno stile trendy e rilassato. Lo sapevi che più di 70 milioni di paia sono state vendute durante l’ultimo anno in Francia? È molto, sì. Ma ormai devi saperlo, vendite di massa = fast fashion = non va bene per il pianeta L . Allora cosa ? Ripieghiamo su un paio di infradito per fare jogging ? Certamente no ! Niente panico, come al solito, vi troviamo delle alternative per accontentarvi nel rispetto del pianeta. Molti brand si sono già lanciati nella produzione di sneakers eco-responsabili,    e così provare a ridistribuire le carte dell’industria.

Scarpe da ginnastica Etica s a rincorrere la felicità

SAOLA Shoes – I tuoi piedi ti sono già grati 

SAOLA è un giovane marchio francese, con sede ad Annecy , che offre articoli essenziali per uomo e donna nelle collezioni primavera / estate e autunno / inverno . . Lanciata nella primavera del 2018, la prima collezione ha già conquistato molti consumatori in Francia e all’estero. Il marchio offre scarpe sneakers dal design ecologico che uniscono stile, qualità, leggerezza, comfort e impegno per il pianeta.

Inoltre, per ogni paio di scarpe acquistate, SAOLA dona l’1% delle vendite a progetti di conservazione ambientale .

Saola si impegna quindi a innovare nell’eco-design:

– Utilizzo di materiali riciclati e / o organici: ogni coppia di SAOLA contiene da 3 a 4 bottiglie di plastica riciclata, la suola interna ed esterna sono in alghe e schiuma EVA ei lacci sono in cotone biologico.

– Partnership con fabbriche e fornitori

              VEJA – La trasparenza è buona

Come parlarti di sneaker etiche ed eco-responsabili senza parlarti di Veja . Hai sicuramente già visto i loro coetanei di scarpe ai piedi delle tue star preferite, e per una buona ragione. Veja ha rivoluzionato il mercato delle calzature nel 2005, quando i suoi 2 fondatori hanno sviluppato una sneaker verde al 100% . Secondo loro, ” Un paio di VEJA costa tra le 5 e le 7 volte più costoso da produrre rispetto a un altro paio di scarpe da ginnastica “, quindi come fanno a offrire prodotti a prezzo di mercato ? Ti lasciamo pensare per 30 secondi … allora ? nessuna idea ? Bene, il trucco è abbastanza semplice, hanno tagliato completamente i costi di pubblicità e marketing . Non stupido. Con il senno di poi, ti rendi conto di conoscere il marchio senza aver mai visto alcun annuncio al riguardo, e questa è una buona cosa !     
 

Va tutto bene, ma tu mi chiederai “com’è una scarpa etica alla fine “. Calmati, stavo per venire. Veja è :   

– Fabbriche in Brasile che garantiscono il rispetto dei propri lavoratori         

– Cotone biologico certificato         

– Componenti chimici non nocivi, non tossici e non inquinanti.         

– Certificazione B Corp che valuta l’impatto complessivo del marchio         

– Prove fisiche e meccaniche dei prodotti         

Un’ultima cosa, VEJA sta sviluppando il suo progetto di riciclaggio da diversi mesi . Quindi, se hai un negozio vicino a te, puoi lasciare le tue paia lì in qualsiasi giorno della settimana durante l’orario di apertura . Un buon modo per dare una seconda vita ai vostri penny liers : D . 

              ZETA – Smettila di bere la tua uva, INDOSSALA ! 

Una giovane donna bordolese , Laure Babin è all’origine di Z eta, la scarpa etica realizzata in … pelle d’uva.  Non ridere, sono molto serio. Tutto questo parte da un’osservazione molto semplice. Attualmente, la durata delle scarpe da ginnastica è stimata in pochi mesi, al massimo, quindi come si fa a creare scarpe più resistenti. Piuttosto che utilizzare materiali derivati ​​dal petrolio come il poliestere o anche attingere a risorse naturali già limitate, Laura seleziona solo materiali riciclati di qualità. In aggiunta, tutte le scarpe sono realizzate nella zona di Ovar in Portogallo e tutti i fornitori sono stati selezionati s con attenzione in base alla distanza che li separa dal laboratorio. Collaborare con i partner europei per ridurre al minimo la loro impronta di carbonio è essenziale per il marchio. Buono e raisi n in ogni ca ?? Io solo … io solo … quindi aggrappati al tuo posto e rimarrai sorpreso. (Beh, potrei esagerare un po ‘, ma il concetto è folle ) . Allora come si ottiene la pelle dall’uva : Fase 1 Durante la vendemmia viene estratto il succo d’uva per procedere con la vinificazione. Si recuperano le vinacce, cioè la buccia, i semi e altri residui.


  


Fase 2 La vinaccia viene quindi essiccata e quindi macinata in una polvere fine.

Fase 3 La polvere ottenuta viene aggiunta ad una base composta da olio vegetale e poliuretano a base acquosa (25%), l’obiettivo qui è quello di solidificare il materiale in modo da garantirne la resistenza a lungo termine.

Fase 4 La pasta bianca ottenuta viene tinta secondo i colori desiderati e poi stesa in larghe strisce per procedere all’asciugatura.

Passaggio 5 gli artigiani devono solo tagliare il materiale utilizzando formine per biscotti in modo da assemblarli per trasformarli in paia di scarpe.

Un buon modo per rendere redditizi gli 850 milioni di tonnellate di vinacce prodotte ogni anno durante la vendemmia . La prossima volta che bevi un bicchiere di vino, dì a te stesso che l’uva usata potrebbe essere stata usata anche per creare un paio di scarpe.

Ubac – Le proprietà del pendio della montagna

I ‘mezzi d’ombra , nelle Alpi , alle pendici di una valle di montagna che beneficio dalla pagina di lettura breve esposizione al sole, in modo che ‘ s meglio conservati s impronta umana. Per dirla semplicemente, Ubac vuole diventare un simbolo di una natura incontaminata e selvaggia di cui dobbiamo prenderci cura. I loro creatori, Mathilde e Simon, aspirano a condividere le sensazioni di libertà e protezione che i paesaggi di alta montagna possono offrire. In concreto come si traduce ? Le sneakers Ubac sono realizzate grazie a materiali naturali e riciclati, il tutto mescolato con una produzione responsabile in Francia e Portogallo! In termini di materiali, abbiamo privilegiato la lana riciclata, filata e tessuta nel Tarn, in Francia. Tutti gli altri componenti e l’assemblaggio manuale vengono eseguiti nel nord di Porto, in Portogallo. 


Ubac è trasparente al 100% sull’origine di tutti i suoi componenti. Un basket è : 

– Lana riciclata: filatura Brassac 90% – FRANCIA (81) + filatura Firenze 10% – Italia * Tessitura a Castres – Francia (81)         

– Canapa: raccolta vicino a Barcellona – Spagna         

* Tessitura vicino a Barcellona – Spagna

– Suole di canna da zucchero: a sud di Porto – Portogallo         

– Suole in gomma riciclata: a nord di Porto – Portogallo         

– Solette: a nord di Porto – Portogallo         

– Lacci in PET riciclato: Nord di Porto – Portogallo         

– Etichette tessute: Nord di Porto –Portogallo         

– Scatole di cartone riciclate e riciclabili: a nord di Porto – Portogallo         

E ciliegina sulla torta, per ogni acquisto fate una buona azione, perché grazie all’azienda Reforest Action, 1 paio comprato = 1 albero piantato !! 

Minuit sur Terre  

Inizi a scoprire, i materiali artistici tradizionalmente utilizzati nell’industria tessile in generale e la produzione di scarpe in particolare possono essere molto dannosi per la salute. Midnight on Earth mira a cambiare il gioco. In primo luogo, non usano il cromo nel processo di fabbricazione delle loro scarpe , che è un agente chimico comunemente usato nell’industria tessile che può causare disturbi alla pelle e alle vie respiratorie .

Inoltre i materiali utilizzati sono certificati Oeko- Tex standard 100: vale a dire che i prodotti utilizzati sono certificati senza solventi e non dannosi per i lavoratori e gli utilizzatori del prodotto finito. Le materie prime, i fili e i coloranti sono quindi sicuri per la tua salute, oltre che per l’ambiente! Inoltre, i dipendenti che lavorano nelle fabbriche situate in Portogallo lavorano con dignità, in condizioni di lavoro sane e in un ambiente regolamentato .

Con Midnight on Earth, rifinito con pelle animale, vengono privilegiate alternative più rispettose dell’ambiente. Quale mi dirai ? La lista è lunga. Scarti d’uva, scarti di mele, cereali, bottiglie riciclate, cotone riciclato … tutto è buono da portare purché siano materiali riutilizzabili. Con Midnight on Earth, non è mai troppo tardi per prendersi cura del pianeta E dei tuoi piedi.  Grazie alla nostra selezione speriamo di avervi fatto scoprire nuovi metodi di lavorazione più eco-responsabili di quelli più tradizionali. Sta a te giocare ora e trovare la scarpa che fa per te da questa selezione. E non dimenticare, visita regolarmente il nostro sito ethiqueprivée.it per non perdere le vendite di sneakers a prezzi imbattibili. E per coloro che stanno ancora cercando di capire come identificare un marchio etico, sta accadendo qui . 😉 

© Éthique Privée. Tutti i diritti riservati.