Scarpe vegane, cosa scegliere?

Non è sempre facile uscire dall’industria del fast fashion quando si decide di entrare nella moda responsabile. Scarpe vegane, scarpe dal design ecologico, scarpe etiche, scarpe biologiche, scarpe made in France: è facile perdersi nella moltitudine di categorie! Per aiutarvi a scegliere, vi spieghiamo le caratteristiche delle scarpe vegane e vi diamo una selezione di 8 marche etiche ed eleganti.

Tra questo variegato mondo della moda etica, troviamo le scarpe vegane. Il veganismo è uno stile di vita che esclude il consumo di prodotti animali nel cibo, nell’abbigliamento e nei cosmetici. I prodotti vegani si impegnano quindi a non utilizzare alcun prodotto animale. Un altro vantaggio dell’acquisto di scarpe da ginnastica vegane è il ridotto impatto sull’ambiente. Oltre ad essere cruelty free, la fabbricazione del cuoio vegetale è rispettosa e molto meno dannosa dell’industria conciaria. Questo significa che puoi proteggere gli animali e prenderti cura del pianeta.

Scarpe vegane, etiche ed ecologiche: quali sono le differenze?

Alcuni marchi si concentrano sul design etico con rispetto per i lavoratori, mentre altri si concentrano maggiormente sull’uso di materiali riciclabili, per esempio. Ogni azienda di slow fashion attua una produzione responsabile secondo gli impegni e i valori che difende.

4 scarpe da ginnastica etiche per sentirti bene con le tue scarpe da ginnastica

Saola: giovane marchio francese con sede ad Annecy, Saola propone scarpe da donna e da uomo dal design ecologico. La loro collezione è fatta di bottiglie di plastica riciclate, alghe, sughero e cotone organico.

Subtle: impegnato nell’eco-responsabilità, Subtle offre scarpe da ginnastica vegane certificate Oeko-Tex. Inoltre, il marchio lavora in un breve cerchio in Portogallo per limitare la sua impronta di carbonio e pianta un albero per ogni paio acquistato.

N’go Shoes: questa marca francese di scarpe da ginnastica unisex propone modelli originali che mettono in evidenza l’artigianato vietnamita. Presta particolare attenzione ai materiali che utilizza e alle condizioni sociali dei lavoratori.

Ubac: le sneakers di Ubac sono fatte al 90% di lana riciclata. Gli altri componenti provengono da materiali provenienti dal corto circuito. La produzione è concentrata in Portogallo e in Francia.

4 marche di scarpe vegane per un look casual chic

Angarde: Angarde propone espadrillas vegane, ecologiche e responsabili. Sono fatti con bottiglie di plastica usate che vengono trasformate in tessuti. Il marchio ha anche un programma per riciclarli alla fine della loro vita.

Verney: marchio di moda etica, Verney disegna i suoi modelli utilizzando materiali riciclati e riciclabili come mele, canapa e bottiglie di plastica. Certificata Vegan dalla PETA, l’azienda produce tutto nelle sue fabbriche in Portogallo.

Nae: Nae (letteralmente, No Animal Exploitation) si impegna a produrre scarpe 100% vegane. Prodotto in Portogallo, tutta la produzione è realizzata con materiali sostenibili, compreso il sughero.

Midnight on Earth: tutti i materiali utilizzati dal marchio sono certificati Vegan da PETA. I loro disegni sono fatti con uva, rifiuti alimentari, olio vegetale e cereali. La composizione e la fabbricazione sono chiare e trasparenti.

Speriamo che questa lista, anche se non esaustiva, vi dia delle idee per i vostri futuri acquisti di scarpe vegane. Venite a trovarci regolarmente su ethiqueprivée.it per non perdere le nostre prossime vendite a prezzi bassi!

© Éthique Privée. Tutti i diritti riservati.