Avere gli occhi più grandi dello stomaco, è un’espressione francese che ci caratterizza bene. Noi siamo così, abbiamo sempre paura di avere fame. Così facciamo dei panini enormi (una baguette intera, oh sì, la mia piccola) e all’ora di pranzo riusciamo a malapena a mangiarne la metà. Naturalmente non abbiamo mai una scatola per tenerlo in frigo… Ma da qualche settimana abbiamo scoperto gli imballaggi riutilizzabili! Vi diamo tre ragioni per cui rivoluzionerà la vita degli amanti del cibo.

Cominciamo a definire il soggetto. Gli imballaggi eco-responsabili si dividono in due categorie principali di prodotti: imballaggi sostenibili e imballaggi riciclabili. Non abbiamo ancora provato quest’ultimo, ma per darvi un’idea, si tratta di un imballaggio che si basa sullo stesso principio delle cannucce di cartone: è fatto con un materiale biodegradabile o riciclabile. Una volta usato, l’imballaggio non diventa un rifiuto, ma un materiale da riutilizzare. Ora che abbiamo finito, torniamo all’imballaggio ecologico: come funziona?

Proteggere la salute usando imballaggi ecologici

Da quando avevamo tre mele, le nostre merendine ci hanno sempre seguito, avvolte in un foglio di alluminio. Anche se l’alluminio può essere riciclato al 100% (consiglio: arrotolatelo in una palla per renderlo più facile da trovare al centro di smistamento), ci sono innumerevoli controversie che lo circondano. Gli imballaggi riutilizzabili ci impediscono di ingerire sostanze nocive per il nostro corpo. Sono fatti con materiali vegetali (come la cera d’api) o con cotone organico, quindi il loro uso è sicuro per la nostra salute.

1 confezione ecologica, 1000 usi

Non siamo solo fan dei panini. Amiamo anche le insalate e i biscotti! E questi due hanno più in comune di quanto sembri… Entrambi perdono il loro sapore se lasciati all’aria aperta: l’insalata si ossida mentre il biscotto si ammorbidisce. Gli imballaggi riutilizzabili sostituiscono anche il cellofan. Basta accartocciarlo leggermente per attivare le sue proprietà appiccicose e metterlo sopra l’insalatiera o avvolgerlo intorno alla confezione della torta. Una soluzione ecologica allo spreco di cibo e molto più pratica di impilare Tupperware. Per garantire la durata del tuo imballaggio, ecco i nostri consigli di manutenzione.

Lavare il tuo eco-imballaggio

Gli imballaggi alimentari eco-responsabili possono essere riutilizzati più di cento volte. Per garantire che la sua efficacia duri il più a lungo possibile, ecco alcuni consigli per la pulizia:

– Lavare sempre a mano gli imballaggi riutilizzabili

– Usare solo acqua fredda

– Strofinare con sapone biologico e risciacquare bene

– Lasciate asciugare all’aria e il vostro eco-imballaggio è pronto per essere usato di nuovo.

Alla fine di questo articolo, vi starete chiedendo dove trovare imballaggi ecologici a buon mercato? La risposta è su un sito di vendite private organiche! Regolarmente, le marche di imballaggi ecologici vendono prodotti a buon mercato sul nostro sito. In dimensioni piccole, medie o grandi, potete anche adattare l’imballaggio alle vostre esigenze.

© Éthique Privée. Tutti i diritti riservati.